Home

Home

Ciao il mio nome è Paola
per tutta la vita ho mangiato normalmente senza il
minimo sospetto di avere un’intolleranza alimentare.
Ma poi qualcosa è cambiato.
Ho iniziato ad avere forti dolori allo stomaco, e mi gonfiavo con la velocità
dell’ingredibile Hulck quando di arrabbia!

Dopo vari mesi di esami e test per individuare il problema ho scoperto che la
causa di tutto è solo una proteina presente in alcuni cerali, il glutine!

                    Continua                    

Ricette senza glutine

Crepes

Crepes DESCRIZIONE: Questa è la ricetta base per preparare delle ottime crepes. INGREDIENTI: 125 gr mix per dolci Nutrifree 300 ml di latte 2 di uova 3 cucchiaini di zucchero PROCEDIMENTO: Disporre il mix in una ciotola e iniziate a versare il latte mescolando il composto fino a che sarà liscio e senza grumi. In una …

Torta al cioccolato

Torta al cioccolato Ecco un bellissimo dolce veramente semplice e veloce da fare. Una splendida Torta al cioccolato preparata con farina di riso. Soffice e sfiziosa, la torta al cioccolato piace proprio a tutti ed è l’ideale per una merenda al pomeriggio o per un dolcissimo risveglio al mattino. Ingredienti: 120 gr burro 270 gr zucchero …

La celiachia

La celiachia

è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale.

Nel soggetto geneticamente predisposto, adulto o bambino, l’indigestione di
alimenti contenenti glutine, anche se solo in piccole quantità, determina una reazione immunitaria a livello dell’intestino tenue, dando origine a
un’infiammazione cronica che ha come conseguenza la scomparsa dei villi intestinali, accompagnata da una sintomatologia variabile da caso a caso.

La diagnosi di celiachia comporta, nel soggetto, una serie di cambiamenti
esistenziali positivi, perché gradualmente scompaiono i disturbi che lo affliggono.

A fronte di questi benefici, il celiaco deve imparare a convivere con una cura
“insolita”: eliminando dalla propria dieta pasta e pane, alimenti che nella nostra
società hanno assunto un valore simbolico.

Una volta diagnosticata, la celiachia non è più una malattia, ma solo una
condizione di vita, quindi occorre solo imparare a condividere con le regole imposte dal “nuovo” regime alimentare.

Per facilitare la gestione della dieta celiaca, l’associazione dei pazienti, l’AIC,
ha elaborato un prontuario degli alimenti in commercio “sicuri”, sottoposto ad aggiornamento periodico. Questo prontuario può essere scaricato anche gratuitamente per tutti i dispositivi mobili.

Il peso della restrizione alimentare si avverte in occasione dei pasti fuori casa, in vacanza, poiché, negli esercizi di ristorazione (bar, ristoranti, alberghi, b&b etc…) la disponibilità di alimenti privi di glutine è ancora molto limitata.

In questi miei viaggi intorno al mondo cercheró di fornire tutte le possibili informazioni,
consigli e indirizzi per una vacanza Gluten Free, evidenziando sia le difficoltà che i vantaggi di un turista celiaco.

Pradelafam

Pradelafam

(prato della fame) si trova lungo il ripido litorale, esattamente sotto Tignale, sul lago di Garda.

Le ragioni di questo nome sono molte, ma la più attendibile è quella dei naviganti che da Salò si recavano a Riva per il mercato del Sabato.

A causa delle molteplici correnti i naviganti spesso erano costretti ad
approdare su questa striscia di terra per uno o due giorni e mancando il cibo dovevano salire al paese attraverso un sentiero irto e tortuoso, tuttora praticabile e con panorami mozzafiato, che sbuca nell’oliveto di Oldesio.

E’ un luogo molto carino per una sosta o una bella passeggiata quando si arriva sul Lago di Garda.

Nel 1754 la famiglia Parisini venne in possesso del “Pra de la Fam” dove costruì negli anni due “giardini dei limoni”, il più grande costituito da sette còle.

Dopo la metà dell’800 pur trovando ancora sbocchi sul mercato locale le due limonaie, con la costruzione della strada Gargnano – Riva, furono completamente abbandonate.

Solo nel 1984 la Comunità Montana in accordo con i proprietari avviò il recupero di parte di queste fantastiche costruzioni.
Oggi sono presenti tutti gli elementi tipici dei Giardini dei limoni del Garda.
Le piante in produzione sono circa un centinaio, e a maggio quando fioriscono tutta la zona viene invasa dal loro profumo.
Sempre a maggio si raccolgono i limoni fioriti l’anno precedente, poi fino a ottobre tutti i mesi una nuova fioritura e una nuova raccolta.

Questi limoni oggi vengono dati in beneficenza, un tempo erano venduti soprattutto in Austria e Germania ed erano di ottima qualità. Data la produzione abbondante tutta l’economia della Riviera ne risentì positivamente.

Chi viene in questa parte di lago dove ci sono i resti di quei “Giardini” che tanto impressionarono il poeta Goethe già due secoli fa, non può non visitare questa meravigliosa limonaia.